SPECIAL OLYMPICS, A RIETI I “PLAY THE GAMES”. OLTRE 250 ATLETI IN CITTÀ

Oltre 250 Atleti da cinque regioni, altrettanti volontari, con 20 partner, e circa 200 tra familiari, dirigenti e tecnici. Sono i numeri importanti del più significativo evento Special Olympics mai ospitato nella provincia di Rieti: i Play the Games di Atletica Leggera a cui lo Stadio Raul Guidobaldi farà da cornice venerdì 22 maggio e domenica 24 maggio, con tantissime gare di corsa, salto e lancio, nella pista che ha visto stabilire ben 8 primati mondiali durante la quarantennale storia del Rieti Meeting. L’evento è stato presentato oggi nella sala consiliare del Comune di Rieti, in una conferenza stampa in cui hanno partecipato anche il vicepresidente di Special Olympics Italia Alessandro Palazzotti, il direttore del team Lazio Stefania Cardenia e il direttore provinciale di Rieti Morena De Marco. Tra i vari interventi, anche a nome del presidente della Commissione Sport Ilaria Barbante, quello dell’assessore allo Sport e al Turismo del Comune di RietiVincenzo Di Fazio, il quale ha ribadito che “l’Amministrazione ha accettato la sfida per diffondere una cultura che veda la diversità come una grande risorsa. Per questo tutti i nostri impianti sportivi restano a disposizione degli Atleti Special Olympics perché siano luoghi di inclusione e di crescita per tutti”. Uno dei momenti più attesi sarà la cerimonia di apertura con protocollo olimpico in programma sabato 23 maggio dalle 9. Accanto alle delegazioni e alle massime autorità cittadine, le due giovani atlete azzurre testimonial della manifestazione: l’astista Roberta Bruni (Forestale, primatista italiana indoor assoluta con la misura di 4,60, bronzo ai mondiali Juniores del 2012) e la pentatletaAurora Tognetti (classe 1998, bronzo alle olimpiadi giovanili e campionessa del mondo, Premio Coni Lazio 2014), entrambe portacolori dell’Atletica Studentesca di Rieti. Insieme a loro, un altro volto noto dell’atletica italiana, il siepista della Forestale Angelo Carosi, reatino d’adozione, argento ai campionati europei di Helsinki del 1994, sette volte campione italiano. In pista, con gli Atleti, anche tanta musica grazie alle bande musicali di Colli sul Velino e Castel Sant’Angelo, che animeranno la sfilata insieme ai gruppi di majorette di Rieti e Antrodoco.La lanterna con il fuoco olimpico sarà quindi consegnata nel corso della cerimonia di apertura dal direttore provinciale di Special Olympics Morena De Marco ai direttori provinciali di Roma Silvia Merni e Marco Tocci, che lo custodiranno fino ai prossimi Play the Games di Bocce e Bowling in programma nella capitale dal 5 al 7 giugno. Saranno tantissimi, come sempre, i volontari. Il gruppo più folto ancora una volta quello delle scuole superiori: 220 gli studenti e le studentesse dell’Istituto Magistrale Elena Principessa di Napoli, degli Istituti di Istruzione Superiore Celestino Rosatelli e Luigi di Savoia. Con loro altri volontari del CAI e del Meeting Internazionale di Atletica di Rieti, che per la prima volta supporta direttamente l’organizzazione di un evento Special Olympics.  Ed ecco l’elenco di tutti i ventidue team iscritti: A. S. Con Noi (7 atleti), A. S. Santa Maria (7), Arcobaleno Frascati (14), Asd Atleticamenteinsieme L’Aquila (22), Asd Efesto Rosignano (6), Asd Forza 4 (38), Asd La Rete (23), Asd Primavera Albano (9), Asd Roma 12 (1), Asd Sportinsieme Foligno (7), Atletica Sport Terapia Rieti (15), Atletica Tarsina (6), Chiamateci per nome (1), Diaphorà (2), La Fonte (7), La Lepre e la Tartaruga (22), Polisportiva Nuova Era Latina (8), Rcc Tevere Remo (7), Serafico Assisi (4), Sportinsieme Fara Sabina (10), Star Games Sport (7), Team Special Olympics Spoleto (16). Tutte le gare saranno con ingresso libero e il programma tecnico sarà rispettato anche in caso di pioggia. Tanti gli enti che hanno sostenuto i Play the Games di Rieti 2015: Regione Lazio, Comune di Rieti, Corpo Forestale dello Stato, Centro Regionale di Formazione Professionale Alberghiero di Amatrice, Croce Rossa Italiana, Fondazione Varrone, Unindustria, Fidal e Coni.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>